WEBINAR — “Tecnologia e libertà nell’epoca della pandemia: contact tracing e telemedicina”

27 maggio 2020 dalle 15.00 alle 18.00 (l’incontro verrà ospitato sulla piattaforma Google Meet) –

INTRODUCE E MODERA: Andrea Simoncini (Università degli Studi di Firenze)

INTERVENTI DI APERTURA: Carlo Colapietro (Università degli Studi Roma 3); Antonio Iannuzzi (Università degli Studi Roma 3); Cristiano Cupelli (Università degli Studi Roma Tor Vergata); Guerino Fares (Università degli Studi Roma 3); Giuseppe D’Acquisto (Garante per la protezione dei dati personali).

NE DISCUTONO: Dianora Poletti (Università degli Studi di Pisa); Giovanna De Minico (Università degli Studi di Napoli Federico II); Oreste Pollicino (Università commerciale Luigi Bocconi)

Al termine è previsto un dibattito.

Homepage

  • Progetto SECORETECH

  • AUTO-Immuni “Gli anticorpi della democrazia”

Unità di ricerca

Dipartimento di Scienze Giuridiche Unifi
Dipartimento di Giurisprudenza
Dipartimento di Giurisprudenza
Dipartimento di Giurisprudenza

Progetto Secoretech

Benvenuti nel sito del progetto PRIN “Self- and Co-regulation for Emerging Technologies: Towards a Technological Rule of Law” (SE.CO.R.E TECH)

Il progetto è stato finanziato dal MIUR nel 2019 all’interno del bando “Progetti di ricerca di interesse nazionale” (PRIN) 2017 per studiare le forme di auto- e co-regolazione delle tecnologie emergenti (es. ICT, robotica, genomica, neuroscienze, ecc.), definendo procedure rispettose di valori e principi costituzionali, degli interessi generali e della protezione dei diritti fondamentali. La regolazione delle nuove tecnologie è una delle maggiori sfide per i legislatori a qualsiasi livello.

In un mondo sempre più complesso e rapido nei mutamenti, i regolatori incontrano sempre più difficoltà nel contemperare la protezione dei diritti dei cittadini e la spinta all’innovazione tecnica. A causa della tecnicità della materia, infatti, spesso i regolatori finiscono per essere catturati dai “regolati”.

Molti studiosi hanno investigato i limiti delle forme tradizionali di produzione del diritto in questi settori; minor attenzione è stata rivolta alla interazione tra forme tradizionali di produzione normativa e processi di auto- e co-regolazione volontaria. La ricerca si avvarrà della collaborazione di studiosi con ampia esperienza nel settore del rapporto tra produzione normativa e tecnologie. Il prodotto della ricerca consentirà, da un lato, l’avanzamento della scienza giuridica nel settore tecnologico e, dall’altro, la creazione di best practices e linee guida sull’uso della auto- e co-regolazione.

La ricerca vuole analizzare in profondità l’impatto delle nuove tecnologie sui processi di creazione delle norme giuridiche e sui processi di regolazione; tenendo conto che la relazione “tecnologia-produzione del diritto” ha un duplice carattere. La regolazione, infatti, da un lato, intende avere ad oggetto le nuove tecnologie, ma, dall’altro, sempre più viene prodotta attraverso le tecnologie: da operatori con competenze giuridiche e tecnologiche; con il coinvolgimento dei detentori del sapere tecnologico; con la partecipazione degli utilizzatori delle tecnologie (c.d. users).