Homepage

  • Progetto SECORETECH

  • AUTO-Immuni “Gli anticorpi della democrazia”

Unità di ricerca

Dipartimento di Scienze Giuridiche Unifi
Dipartimento di Giurisprudenza
Dipartimento di Giurisprudenza
Dipartimento di Giurisprudenza

WEBINAR — “Tecnologia e libertà nell’epoca della pandemia: contact tracing e telemedicina”

27 maggio 2020 dalle 15.00 alle 18.00 (l’incontro verrà ospitato sulla piattaforma Google Meet) –

INTRODUCE E MODERA: Andrea Simoncini (Università degli Studi di Firenze)

INTERVENTI DI APERTURA: Carlo Colapietro (Università degli Studi Roma 3); Antonio Iannuzzi (Università degli Studi Roma 3); Cristiano Cupelli (Università degli Studi Roma Tor Vergata); Guerino Fares (Università degli Studi Roma 3); Giuseppe D’Acquisto (Garante per la protezione dei dati personali).

NE DISCUTONO: Dianora Poletti (Università degli Studi di Pisa); Giovanna De Minico (Università degli Studi di Napoli Federico II); Oreste Pollicino (Università commerciale Luigi Bocconi)

Al termine è previsto un dibattito.

Progetto Secoretech

Benvenuti nel sito del progetto PRIN “Self- and Co-regulation for Emerging Technologies: Towards a Technological Rule of Law” (SE.CO.R.E TECH)

Il progetto è stato finanziato dal MIUR nel 2019 all’interno del bando “Progetti di ricerca di interesse nazionale” (PRIN) 2017 per studiare le forme di auto- e co-regolazione delle tecnologie emergenti (es. ICT, robotica, genomica, neuroscienze, ecc.), definendo procedure rispettose di valori e principi costituzionali, degli interessi generali e della protezione dei diritti fondamentali. La regolazione delle nuove tecnologie è una delle maggiori sfide per i legislatori a qualsiasi livello.

In un mondo sempre più complesso e rapido nei mutamenti, i regolatori incontrano sempre più difficoltà nel contemperare la protezione dei diritti dei cittadini e la spinta all’innovazione tecnica. A causa della tecnicità della materia, infatti, spesso i regolatori finiscono per essere catturati dai “regolati”.

Molti studiosi hanno investigato i limiti delle forme tradizionali di produzione del diritto in questi settori; minor attenzione è stata rivolta alla interazione tra forme tradizionali di produzione normativa e processi di auto- e co-regolazione volontaria. La ricerca si avvarrà della collaborazione di studiosi con ampia esperienza nel settore del rapporto tra produzione normativa e tecnologie. Il prodotto della ricerca consentirà, da un lato, l’avanzamento della scienza giuridica nel settore tecnologico e, dall’altro, la creazione di best practices e linee guida sull’uso della auto- e co-regolazione.

La ricerca vuole analizzare in profondità l’impatto delle nuove tecnologie sui processi di creazione delle norme giuridiche e sui processi di regolazione; tenendo conto che la relazione “tecnologia-produzione del diritto” ha un duplice carattere. La regolazione, infatti, da un lato, intende avere ad oggetto le nuove tecnologie, ma, dall’altro, sempre più viene prodotta attraverso le tecnologie: da operatori con competenze giuridiche e tecnologiche; con il coinvolgimento dei detentori del sapere tecnologico; con la partecipazione degli utilizzatori delle tecnologie (c.d. users).